Visitare il Vorarlberg – perché la più piccola regione dell’Austria è il suo più grande segreto

Lago di montagna nel Vorarlberg, AustriaLe montagne svettano verso il cielo, i fiumi si intrecciano, serpeggiando lungo i pendii e attraverso piccoli villaggi sparsi in prati colorati. Intorno a loro ci sono pascoli lussureggianti dove gli animali pascolano su campi verdeggianti e assorbono tutta quell’aria fresca di montagna. Questo è il Vorarlberg, in Austria, una regione all’estremo ovest del paese con paesaggi tanto diversi quanto belli.

Anche se è la più piccola regione dell’Austria, il Vorarlberg ha un’abbondanza di attrazioni naturali, incredibile cibo da fattoria a tavola, e hotel di lusso che fanno tornare i visitatori informati anno dopo anno.

Può non essere così conosciuta come Salisburgo, le sue montagne non così famose come quelle del Tirolo, ma forse questo è parte dell’attrazione del Vorarlberg. Questo splendido angolo verde è un’oasi segreta di bellezza mozzafiato e di cibo così delizioso che è chiaro che beneficia del paesaggio pulito e fresco in cui viene coltivato. La natura è di casa nel Vorarlberg e i visitatori possono godere delle sue ricchezze, dalle escursioni alle cene con cibo biologico.

In questa guida di viaggio sul Vorarlberg, vedremo perché dovresti aggiungerlo alla tua lista di luoghi da visitare quest’estate. Diamo un’occhiata alla sua natura e cultura, ad alcune delle migliori città della regione e agli alloggi, oltre ad evidenziare molte cose da fare nel Vorarlberg e altre attrazioni come la sua fantastica scena gastronomica. Inoltre, non dimenticare di salvare la nostra mappa di tutte le località che abbiamo menzionato qui sul tuo telefono per usarla quando metti insieme il tuo itinerario di viaggio nel Vorarlberg.

L’estate è un periodo glorioso per essere nel Vorarlberg, Austria, perché è un luogo dove si può veramente sentire l’abbraccio della natura

Clicca su Tweet

Tabella dei contenuti

Fatti un’idea del Vorarlberg

Prima di darti le informazioni sul Vorarlberg, perché non farti un’idea nel nostro video qui.

Non importa la stagione, il Vorarlberg offre abbastanza varietà per soddisfare l’interesse di tutti i visitatori. L’inverno è la stagione più popolare, perché le alte cime delle montagne vedono gli sciatori correre verso Lech, la seconda città più alta dell’Austria e, dopo la visita della principessa Diana e dei principi William e Harry nel 1994, anche una delle più alla moda dell’Austria. Ma anche l’estate è un periodo glorioso per essere nel Vorarlberg, perché è un luogo dove si può veramente sentire l’abbraccio della natura.

Ci sono innumerevoli chilometri di sentieri escursionistici, percorsi artistici tra le montagne e favolosi festival – tra cui il famoso Bregenz Festival sul bellissimo lago di Costanza a Bregenz, il capoluogo del Vorarlberg. Ma ciò che è più meraviglioso di tutto è il modo in cui il Vorarlberg ti spinge a rallentare il tuo ritmo, a coinvolgere i tuoi sensi e a goderti semplicemente il momento – che sia il fruscio delle ali di un uccello lontano, il rivolo di un ruscello di montagna o il tintinnio di un campanaccio. La natura abbonda nel Vorarlberg – un luogo dove molti dei metodi di coltivazione sono così biologici e il cibo così fresco che potrebbe aver dato il nome al concetto di farm-to-table.

Esplora Lech una città alla moda con la natura alle sue porte

La rinomata stazione sciistica di Lech non vale solo la pena di essere visitata in inverno. Questa vivace città abbraccia simpaticamente un tradizionale stile di vita alpino austriaco, offrendo al contempo accesso ad alcune delle più belle montagne, che sono brillantemente bianche in inverno e gloriosamente verdi il resto dell’anno. E’ in questo drammatico scenario di montagne mastodontiche che ci siamo diretti per primi.

Assistere alla vista dalla cima del monte Rüfikopf Lech Austria

Salire in montagna

Dal centro della città, si può fare come noi, e prendere una funivia a 2.350 metri fino alla cima del monte Rüfikopf. In alto, sopra Lech, si può ammirare la bellezza della città e le Alpi austriache in tutto il loro verde. La mattina della nostra visita, il sole splendeva luminoso mentre scrutavamo i prati, le foreste e i laghi scintillanti. Il tempo sembrava muoversi più lentamente mentre la gloria di questo paesaggio straordinario si rivelava.

Viste di montagna su Lech Austria

Dopo aver assorbito i magnifici panorami, abbiamo fatto una breve passeggiata fino al lago di montagna Monzabonsee, perfettamente incastonato nel suo rifugio di montagna. Questo paesaggio calmo e tranquillo permette di contemplare l’immensa bellezza naturale del Vorarlberg.

Lago di montagna Monzabonsee sul monte Rüfikopf, Lech Austria

Sulla strada per il lago, ci siamo anche goduti una nuova mostra d’arte. Door, come suggerisce il nome, è un’eccentrica esposizione di nove porte e telai di porte lungo l’Anello Verde – un percorso escursionistico di tre giorni sul monte Rüfikopf. Piuttosto singolare, nove porte indipendenti sono state collocate sul fianco della montagna, e i visitatori possono aprirle e camminarci attraverso, o semplicemente camminarci intorno.

Porta su una montagna

È stato un po’ surreale vedere porte che non hanno uno scopo pratico, disseminate lungo la montagna. Tuttavia, l’arte, come la bellezza è negli occhi di chi guarda e la mostra mi ha affascinato. Ogni porta che si apre offre una nuova vista del paesaggio, mentre ti incoraggia a riflettere sull’arte.

Una porta colorata sul monte Rüfikopf, Lech Austria

La natura nelle colline di Lech

Una delle grandi gioie dei viaggi è vedere come vive la gente locale e apprezzare le differenze culturali. Così è stato gratificante incontrare l’erborista Veronika Walch a Lech e fare una passeggiata a base di erbe con lei. Ha fornito un’altra visione di questa località di fama mondiale.

Passeggiata erboristica nel Vorarlberg

Veronika è un residente di lunga data di Lech e ha spiegato come ha visto la città crescere negli anni. Tuttavia, la sua meraviglia naturale di erbe e vita vegetale è ancora fiorente.

Guardando Lech durante il nostro tour a piedi con le erbe

Sono stato a Lech prima ed ero impressionato dalla sua bellezza, le montagne innevate che svettano verso il cielo, le verdi colline che forniscono contrasti scenici e l’incantevole architettura alpina annidata nella valle. Ma Veronika ha rivelato un nuovo strato dell’intrigante bellezza naturale di Lech.

Viste di Lech dalla nostra passeggiata erboristica sui prati della città

Piante, erbe e cespugli che normalmente passavamo senza un secondo sguardo hanno improvvisamente assunto una nuova importanza quando Veronika ha iniziato a rivelare le loro diverse caratteristiche e la loro importanza medicinale e culinaria.

Veronika Walch

Passeggiando sulle colline e nei prati ai margini della città, ci indicava molte varietà di piante ed erbe. Poi ne raccoglieva una selezione, mettendole con cura nel piccolo cesto di legno che portava. Erano da portare a casa per usarle nei laboratori di erboristeria che lei gestisce.

Nel corso delle nostre due ore di passeggiata erboristica, Veronika ha spiegato i benefici medicinali del tesoro di flora e fauna della zona. La mia ignoranza sull’abbondanza di piante ed erbe salutari, medicinali e nutrienti intorno a noi mi ha turbato. Tuttavia, ero grato e affascinato per avermi aperto gli occhi.

Erbe di montagna

Incluso nella gamma di erbe che Veronika ci ha presentato sulle colline del Vorarlberg erano le seguenti:

  • Edelweiss che è molto più di una canzone del film The Sound of Music, protegge anche la pelle dai raggi UV e dall’invecchiamento prematuro.
  • Profoglio rosso che è utile alle donne durante la menopausa.
  • Buckhorn che è buono per la tosse e il mal di gola.
  • Cummin che aiuta il sistema digestivo.
  • I ortiche che, se fatte in un tè, aiutano a disintossicare il corpo.
  • L’umile cardo – qualcosa a cui non avrei mai dato una seconda occhiata – può apparentemente essere bollito in acqua o mangiato crudo
  • King Henry – un tipo di spinaci selvatici. Questo e il cardo sono salutari e sorprendentemente popolari.
  • Ladies mantle che è un tè che aiuta a digerire il grasso.

Una pianta intrigante di cui non conosco il nome ufficiale ma è colloquialmente conosciuta come la biancheria della nonna è una radice usata per fare saponi e le sue foglie sono usate nelle insalate.

Bevanda rinfrescante alle erbe

Veronika ci ha presentato una grande varietà di erbe e piante, che era affascinante. La sua conoscenza era ampia e oltre a questo era affascinante, amichevole e coinvolgente. Nella sua bella casa, Veronika tiene workshop in una cucina appositamente costruita. Qui tutte le erbe raccolte durante i suoi viaggi di lavoro vengono trasformate in bevande, cibi, vitamine e persino saponi.

Siamo rimasti affascinati da come la natura gioca il suo ruolo nella vita quotidiana della gente del Vorarlberg. La gente del posto è in sintonia con le ricchezze naturali del loro luogo di montagna e mostra grande rispetto per esse, utilizzandole a beneficio di tutti.

Passeggiare per la brughiera è una cosa, farlo a piedi nudi è un’altra. Così ci siamo tolti le scarpe e i calzini e abbiamo camminato attraverso la brughiera morbida, umida e torbosa, connettendoci con la terra sotto di noi

Clicca su Tweet

Il prodotto finito, Blood Wurz

Cibo raffinato a Lech

Nel Vorarlberg, abbiamo goduto di tutto, dalla cucina raffinata in hotel di lusso a quella più rustica. A Lech, la cucina gourmet non è migliore di quella del cinque stelle Hotel Aurelio, con un ristorante che serve un menu à la carte di piatti austriaci tradizionali e moderni, oltre a una serie di opzioni internazionali.

Cena all'Hotel Aurelio

Il nostro pasto consisteva in una selezione dei loro gustosi antipasti tra cui una mozzarella di bufala e un tipo di pierogi, seguito da anatra arrosto e kaiserschmarrn – un popolare dessert austriaco. Consigliamo di soggiornare all’Hotel Aurelio – per saperne di più, più in basso in questa guida. Ma anche se non potete soggiornarvi, vi incoraggiamo caldamente ad andarci a mangiare – è uno dei migliori pasti che abbiamo mangiato in Austria (e ne abbiamo mangiati molti).

Dalla fattoria al piatto nel Vorarlberg, Austria

Vorarlberg ha una cultura culinaria distinta e affascinante dove la maggior parte del cibo servito negli hotel e nei ristoranti proviene da un raggio di 30 chilometri e solo da fonti affidabili. In molti casi, le verdure e le erbe fresche provengono dal giardino del ristorante o dell’hotel. È tutto perfettamente fuso e gestito, e molto apprezzato dalla gente locale.

Qui troverete persone che capiscono veramente il valore del loro cibo e cercano la massima qualità per le loro tavole. Per saperne di più, guardate questo video e godetevi il cibo gourmet nel Vorarlberg e a Graz.

Avventure alpine nel Bregenzerwald

Prossimo, siamo andati in un’altra parte del Vorarlberg – Bregenzerwald, serpeggiando lungo spettacolari strade di campagna e passando per paesaggi drammatici.

La strada tra Lech e Bregenzerwald nel Vorarlberg, Austria

Lì abbiamo visitato Au, uno dei 22 villaggi attraenti che affermano il fascino della regione di Bregenzerwald. Ma eravamo ad Au per il pranzo e la visita al Löwen Mountain Bar e alla distilleria. Costruito nel 1886, Löwen è ospitato in un edificio che è un magnifico esempio di architettura alpina tradizionale.

Distilleria Löwen nel villaggio di Au nel Vorarlberg Austria

Degustazione di Schnapps e gin nel Bregenzerwald

Abbiamo scelto un pranzo di montagna tipicamente austriaco di spaetzle al formaggio – simile ai maccheroni al formaggio è condito con cipolla fritta. Tuttavia, ciò che giaceva sul pavimento sotto il ristorante era ancora più impressionante per me. Da sei anni, il Löwen è una distilleria che produce molte varietà di grappa e gin.

Pranzo di Spaetzle al formaggio al bar e distilleria Löwen a Au, Bregenzerwald

Avere una distilleria in un piccolo villaggio non ci ha sorpreso perché la grappa è un’ossessione austriaca. Viene prodotta in tutto il paese, da tutti, dai piccoli birrai casalinghi ai distillatori specializzati.

Schnapps alla distilleria Löwen nel Vorarlberg

Al Löwen, l’ospite Siegfried Atzlesberger ha spiegato il processo di distillazione e gli ingredienti locali – erbe di montagna, diversi tipi di cereali e persino fieno – utilizzati per fare la sua grappa e, più recentemente, il gin.

Siegried versa una grappa dall'aspetto insolito

Siegfried tiene sessioni regolari dove i visitatori possono imparare il processo di distillazione. E soprattutto, possono assaggiare i prodotti nelle sessioni di degustazione di grappa e gin.

Uno dei diversi tipi di fieno usati per fare la grappa

Devo confessare che abbiamo assaggiato circa 15 – 20 diversi gusti di liquori. Ricordo di averli gustati tutti, anche se il resto della giornata è stato un po’ confuso.

Schnapps e gin a bizzeffe

Il tour della distilleria Löwen è stato molto divertente e ci ha permesso di conoscere un’altra esperienza culinaria e culturale tradizionale austriaca.

È possibile visitare la distilleria da mercoledì a sabato dalle 10 alle 18, e la domenica dalle 9 alle 18. I tour della distilleria e le degustazioni si tengono il giovedì e il venerdì alle 16.

Fare il formaggio di montagna del Vorarlberg

Il cibo non è solo il sostentamento nel Vorarlberg, è una parte intrinseca della cultura e delle tradizioni che corrono in profondità nella regione. Il formaggio, per esempio, è un grande affare nel Vorarlberg, con persone che viaggiano da tutta l’Austria, più un certo numero di turisti esperti per assaggiare i suoi saporiti formaggi di montagna.

Bregenzerwald è la patria della Kasestrasse o Strada del formaggio – una rete di 160 produttori che comprende tutto, dai contadini ai caseifici di villaggio, caseifici alpini e negozi agricoli. Come amanti del formaggio, ci è sembrato giusto sperimentare la migliore esportazione della regione, così ci siamo diretti al caseificio Metzler, vicino alla città di Egg.

Le capre al caseificio Metzler a Bregenzerwald

Qui abbiamo preso parte a una delle loro regolari lezioni di produzione di formaggio. Ogni lezione dura circa tre ore ed è guidata diligentemente da Magdalena Metzler, la nuora dei fondatori. Abbiamo iniziato la giornata incontrando le capre e le mucche che hanno prodotto il nostro ingrediente di base – il latte non pastorizzato.

Le capre nel Vorarlberg

Proprio dietro lo studio di produzione del formaggio appositamente progettato, ci sono capanne che ospitano mucche e capre. E, dopo aver salutato gli animali, ci siamo messi al lavoro.

Versamento del latte fresco al caseificio

Nell’officina Metzler, stavamo eccitati dietro la nostra stazione individuale di produzione del formaggio – con una ciotola di latte, bruciatore e termometro per portarlo alla giusta temperatura e vari ingredienti come il caglio per trasformare il latte in qualcosa di decisamente più gustoso. Pieni di aspettative, ma senza sapere cosa fare, ci siamo preparati per un’esperienza completamente nuova.

Terry alla sua stazione di formaggio al caseificio Metzler vicino alla città di Egg

Fare il formaggio al caseificio Metzler

Magdalena e i suoi due aiutanti hanno spiegato con competenza il processo e noi principianti abbiamo iniziato il nostro viaggio trasformando il latte di capra in tre diversi formaggi.

Cheese making at Metzler Dairy

Oltre ad essere leggera e divertente, la sessione si è fermata anche per un bel pranzo e qualche bicchiere di grappa. Non sono sicuro che questo abbia migliorato le mie capacità casearie, ma certamente ha fatto salire la mia fiducia in me stesso.

Con i nostri formaggi modellati negli stampi, abbiamo aggiunto sapore al nostro lavoro con una serie di spezie ed erbe – aglio, origano, erba cipollina e altro. Poi ce n’erano molte, come il fiordaliso e il dente di leone, che venivano direttamente dai prati di montagna del Vorarlberg.

Con una certa dose di orgoglio, devo dire che i nostri formaggi lavorati con amore erano sorprendentemente buoni, con una struttura fine, mentre le spezie e le erbe fornivano una varietà di sapori piacevoli.

Fabbricazione del formaggio al caseificio Metzler

Al termine della sessione, ognuno dei nostri formaggi è stato confezionato sottovuoto per essere portato a casa, il che si è rivelato un gustoso ricordo di una giornata ricca di divertimento al caseificio.

Cucinare sulla strada del formaggio

Dopo aver imparato così tanto sulla cultura del cibo nel Vorarlberg – e aver mangiato la nostra educazione – siamo andati in cucina per mettere a frutto i nostri ingredienti e le nostre abilità culinarie. Questa volta al modernissimo ristorante Ernele, nel Romantik Hotel Das Schiff, a Hittisau.

Felix del ristorante Ernele mostra a Sarah come fare i ravioli

Lì, lo chef Felix Gross ci ha insegnato l’arte di fare deliziosi ravioli freschi – perché una cosa è comprare ravioli pronti, ma un’altra è realizzarli dalla pasta al piatto.

Ravioli al formaggio

Per il ripieno dei nostri ravioli, abbiamo usato uno dei formaggi che avevamo fatto prima quel giorno al caseificio Metzler. Anche se lo diciamo noi stessi, il ripieno di formaggio era delizioso e il pasto ci ha lasciato pieni e con una sensazione di soddisfazione per un lavoro ben fatto.

Natura nel Vorarlberg – brughiera da vedere a Krumbach

Abbiamo iniziato il nostro ultimo giorno nel Vorarlberg nel villaggio di Krumbach. È una città che è sorprendentemente conosciuta per le sue fermate dell’autobus. Ma questa volta eravamo diretti verso una passeggiata all’alba attraverso la brughiera di Krumbach, vecchia di 4000 anni.

Con gli occhi lucidi ci siamo incontrati con la nostra guida Petra, la cui vasta conoscenza ha portato alla vita affascinante quella che altrimenti sarebbe stata considerata una zona di terreno fradicio.

Petra la nostra guida locale per la passeggiata nella brughiera

Passeggiare nella brughiera è una cosa, ma secondo Petra, farlo a piedi nudi è tutt’altra. Ci ha spiegato che era un modo per entrare in contatto con la terra e sentire e connettersi con la brughiera. Così, ci siamo tolti le scarpe e i calzini e abbiamo camminato attraverso la brughiera umida e molto morbida. Sorprendentemente, è stato molto rilassante, con il terreno estremamente morbido che ci ha permesso di rimbalzarci sopra.

Ferbe e torba nella brughiera del Vorarlberg

La brughiera ha 14 punti di osservazione e piattaforme dove i visitatori possono sedersi e apprezzare appieno la sua bellezza storica, ci sono anche informazioni su ciò che si sta vedendo, oltre a libri e cose per intrattenere i più piccoli. Petra si è riferita in modo piuttosto toccante alle brughiere come “i figli dell’ultima era glaciale”, e ha spiegato che sono protette dallo sviluppo e dall’uso eccessivo.

Guardando le brughiere a Krumbach

Ci ha detto che la torba veniva tagliata per il combustibile fino a circa 60 anni fa, quando la pratica è stata vietata nel tentativo riuscito di salvaguardare la brughiera. Inoltre, nessun fertilizzante è permesso nella brughiera. Chiaramente, la brava gente di Krumbach ha precorso i tempi nella ricerca di soluzioni sostenibili per la conservazione dell’ambiente.

All’estremità della brughiera ci siamo imbattuti in un allevamento di maiali, dove l’allevatore si è unito ad altri per creare un altro dei progetti biologici del Vorarlberg.

Suini duroc nelle brughiere del Vorarlberg

Il gruppo ha acquistato maiali duroc, famosi per la qualità della loro carne. Affittano anche i maiali alle imprese locali, compresi gli alberghi locali che li usano per pulire il terreno prima di piantare i loro orti e giardini – la forma più organica di giardinaggio.

La nostra passeggiata è finita con una colazione al Gasthof Adler uno dei quattro ristoranti ufficiali della brughiera di Krumbach dove i pasti sono preparati usando bacche, erbe e piante della brughiera e prodotti delle fattorie della brughiera. Gli altri tre ristoranti della brughiera di Krumbach sono il ristorante Schulhus, il ristorante Rossbad e il Krumbacher Stuba.

Colazione all'Hotel Adler a Krumbach

Abbiamo goduto di una sontuosa colazione al Gasthof Adler a Krumbach. L’offerta comprendeva una varietà di pane, marmellate fatte in casa, burro biologico, salumi, formaggi, composte di frutta e cereali, oltre a specialità locali come il Riebel, un sostanzioso budino a base di semolino.

Un piatto di riebel un piatto tradizionale del Vorarlberg

Ancora una volta gli alimenti di altissima qualità forniti da agricoltori locali, rafforzando la promessa del Vorarlberg di fornire il cibo migliore dalle fattorie locali alla tavola locale. E’ stata una fine gloriosa per un’esperienza memorabile.

Colazione spalmata

Cenare fuori a Bregenzerwald

Come potete vedere, abbiamo goduto di molti ottimi pasti a Bregenzerwald, ma uno che si è veramente distinto è stata una cena biologica al Biohotel-Schwanen, nel villaggio di Bizau. Questo è l’hotel dove il proprietario Emanuel Moosbrugger ha preso in prestito maiali duroc per pulire il loro giardino prima che l’hotel piantasse le proprie verdure ed erbe, ed è indicativo di quanto l’hotel sia impegnato nel cibo biologico e nei metodi di coltivazione.

Lì abbiamo avuto una deliziosa cena di piatti stagionali tra cui filetto di saibling, un pesce d’acqua dolce, e pollo biologico con purea di patate dolci.

Hotel consigliati nel Vorarlberg

Ci sono molti ottimi hotel nel Vorarlberg, ma noi consigliamo di soggiornare presso:

Hotel Aurelio a Lech – un magnifico hotel di lusso, fonde tradizione e modernità in camere e chalet spaziosi. E la sua reputazione di servire cibo delizioso è ben meritata.

Questo resort ski-in, ski-out è collegato alle piste di Lech-Arlberg da un ponte che vi collega a 340 km di piste da sci, e ha un ampio centro benessere con saune, bagni di vapore ai sali aromatici, bagni alle erbe, docce sensoriali e un atrio di neve.

Suite all'Hotel Aurelio

Le camere presentano interni in legno, balconi e alcune hanno vasche da bagno indipendenti.

Vista di un bagno all'Hotel Aurelio

In estate è possibile fare escursioni, mountain bike, fare yoga, pesca e nuotare nella piscina coperta. Tra le tante deliziose sorprese dell’hotel ci sono tre alpaca pelosi che hanno adottato. Sono carinissimi e possono essere visti spesso sulla collina. È anche possibile prenotare un tour a piedi con gli alpaca.

Aparthotel Filomena

Aparthotel Filomena è un’opzione conveniente per famiglie in questa città esclusiva. Dispone di spaziosi appartamenti con soggiorni separati e cucine completamente attrezzate per il self-catering. Tuttavia, offre anche una ricca colazione a buffet. Il suo complesso benessere dispone di una piscina coperta, più una scelta di saune e bagni di vapore

In Bregenzerwald abbiamo soggiornato presso l’Hotel Gasthof Krone a conduzione familiare, un delizioso hotel confortevole, costruito in stile alpino tradizionale, nel centro della città di Hittisau.

L’hotel è un esempio affascinante di come combinare l’architettura tradizionale e moderna, e tutto questo è stato realizzato con le competenze e il talento di architetti locali e artigiani del Vorarlberg. Il Gasthof Krone è un grande esempio di storia vivente, dove l’edificio originale ha goduto di adattamenti che raccontano le epoche che ha vissuto durante i suoi 170 anni di storia.

Le camere del Gasthof Krone erano confortevoli e di dimensioni decenti e il loro menu molto buono. Abbiamo avuto una cena deliziosa sulla loro terrazza esterna e il pranzo che abbiamo mangiato nel ristorante è stato altrettanto impressionante.

Pranzo all'Hotel Krone, a Hittesau, Vorarlberg

Il Biohotel Schwanen è perfetto per gli amanti della natura e coloro che amano viaggiare in modo sostenibile – il loro motto è “ridurre al massimo”. Ma questo non descrive affatto il servizio dell’hotel. È costruito con la conservazione in mente dal suo esterno – ricostruito nel 2009 in una moderna costruzione in legno di abete bianco del Bregenzerwald, alle sue camere, piene di mobili in legno realizzati da artigiani locali, e la cucina biologica nel suo ristorante.

Prenotazione.com

Altri consigli di viaggio su Vorarlberg

  • Vorarlberg è raggiungibile in aereo dal Regno Unito e dagli Stati Uniti via Friedrichshafen e Memmingen in Germania (gli aeroporti più vicini alla capitale della regione, Bregenz), e Zurigo, in Svizzera, o Innsbruck, in Austria. Controlla i voli qui.
  • Anche se Lech e Bregenzerwald sono raggiungibili in treno (e i treni austriaci sono molto buoni), troverai la regione più conveniente noleggiando un’auto e le strade sono ottime per guidare.
  • Entrambe le regioni del Vorarlberg offrono ai visitatori convenienti carte sconto con offerte su una vasta gamma di attrazioni locali. Quindi assicurati di prendere la My Lech Card o la Bregenzerwald Guest Card. La Bregenzerwald Guest Card è inclusa nel prezzo dell’alloggio quando i visitatori soggiornano per almeno tre notti tra il 1° maggio e il 31 ottobre nella regione.
  • Scopri di più su come visitare il Vorarlberg in ogni stagione qui.

Le montagne nel Vorarlberg Austria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.