Recensione: Urinetown: Titolo terribile – Spettacolo meraviglioso

Mikko Juan (al centro) come Bobby Strong e la compagnia di Urinetown (Photo Credit Jeff Carpenter)

Mikko Juan (al centro) come Bobby Strong e la compagnia di Urinetown (Photo Credit Jeff Carpenter)

Urinetown, il Musical in scena al Act Theatre di Seattle fino al 2 giugno 2019. Prendi i biglietti e le informazioni qui.

“Cos’è Urinetown? Urinetown è la fine?” Così recita il testo di uno dei musical dal nome più strano che sia mai stato messo in scena a Broadway. Scritto come un pezzo per satireggiare non solo la società ma anche i bagni a pagamento obbligatori delle città europee, il musical Urinetown è il perfetto spettacolo di evasione, pieno di buona musica e talento con molto umorismo e satira.

La trama si svolge in un futuro non troppo lontano. Le falde acquifere sono diventate molto basse e si sono insabbiate diventando salmastre. Il signor Caldwell è il presidente di una società (The Urine Good Company) che possiede i servizi pubblici, e quindi fa pagare ai poveri la pipì tre volte al giorno. Quelli che disobbediscono (andando nei cespugli, o rifiutando di pagare) vengono radunati e mandati a ‘Urinetown’. Bobby Strong lavora in uno di questi stabilimenti e in un incontro casuale, incontra la giovane e ottimisticamente innocente Hope Caldwell, la figlia del capo. L’amore scocca tra loro e Hope insegna a Bobby ad “ascoltare il suo cuore”. Il suo cuore brama un posto dove le persone sono libere di fare pipì “tutte le volte che vogliono, quando vogliono e con chi vogliono”. Bobby è ispirato e inizia un’aperta ribellione contro il padre di Hope, portando il gruppo di persone divise in gruppi ad ascoltare e a seguire il proprio cuore. Ogni persona raddoppia per interpretare non solo un membro della squadra di avidità di Caldwell, ma anche un membro della banda della ribellione oppressa, dando ad ogni personaggio una personalità unica molto distinta (se non sottile).

Kurt Beattie, che ha una sorprendente somiglianza sia fisica che vocale con Ian McShane, interpreta l’antagonista Mr. Il suo personaggio cattivo è un’animazione vivente che appare abbastanza minacciosa da mostrare il suo ruolo nella storia. La sua presenza scenica è forte senza essere intimidatoria e la sua voce è chiara con una sottile sfumatura di implicazioni malvagie. Mari Nelson interpreta Penelope Pennywise, la donna che gestisce il bagno pubblico dove inizia la ribellione. È una delizia da guardare con un personaggio tipo “Phyllis Diller”. La sua voce è forte specialmente quando canta l’inno “It’s a Privilege to Pee” con gusto e chiarezza.

Mikko Juan come Bobby Strong e Sarah Rose Davis come Hope Cladwell in Urinetown (Photo Credit Jeff Carpenter)

Mikko Juan come Bobby Strong e Sarah Rose Davis come Hope Cladwell in Urinetown (Photo Credit Jeff Carpenter)

Familiare del palcoscenico di Seattle Brandon O’Neill interpreta l’agente Lockstock, il narratore non ufficiale dello spettacolo. La sua voce ricca ci attira come una trappola per mosche di Venere; il suono è rilassante ma i testi sono taglienti. La presenza scenica del signor O’Neill è perfetta per la forza simpatica e sottilmente ribollente dell’agente Lockstock. Arika Matoba interpreta il personaggio di Little Sally. Ok. A mani basse, questa donna dà forza allo spettacolo in ogni scena in cui si trova. La signorina Matoba sembra una piccola creatura innocente, ma la sua presenza scenica è forte e dà un bel colpo. Il personaggio appare dolce e gocciolante del sarcasmo innocente di una bambola kewpie sbiadita, e tuttavia il suo è il personaggio che consegna alcune delle migliori battute dello spettacolo. Brava, Ms. Matoba, Brava!

Sarah Rose Davis interpreta Hope Caldwell, la giovane figlia del magnate Urinary. La signorina Davis è deliziosamente meravigliosa, aggiungendo un’ingenuità da fumetto a una voce potente e una presenza scenica animata. La sua voce è dolce da ascoltare mentre canta l’ottimistica “Follow Your Heart”. Sia che stia interagendo con il suo potente padre, o con gli inizi di una storia d’amore con Bobby Strong, la signora Davis offre una performance affascinante. Mikko Juan assume il ruolo del ribelle Bobby Strong. All’inizio sembra timido fino a quando non incontra Hope. Il pubblico si impenna quando il suo gusto esplode con entusiasmo, inondando il teatro di totale ottimismo. Il signor Juan ha una voce forte quando conduce la canzone “Look at the Sky”, o il gospel “Run, Freedom, Run”. Questo è il debutto di Juan all’ACT, e speriamo di vederlo in molti ruoli futuri qui e sul palco di Seattle.

Il musical Urinetown è come un fumetto che prende vita sul palco. Non è solo divertente, ma ha una musica vivace che manterrà il pubblico a battere le dita dei piedi, e una storia che li farà ridere. Mentre l’allegoria politica è difficile da perdere, non è affatto una sensazione opprimente, e il pubblico si scrolla facilmente di dosso le pressioni sulle spalle, si siede e si gode questa meravigliosa fuga musicale.

Urinetown ha aperto a Broadway il 27 agosto 2001 e ha funzionato per oltre 950 spettacoli. Originariamente interpretato da Hunter Foster (come Bobby Strong), John Cullum (Mr. Caldwell) e Nancy Opel (come Ms. Pennywise), lo spettacolo è stato nominato per nove Tony Awards. Lo spettacolo ha vinto tre Tony Awards tra cui Miglior Musical Originale e Miglior Colonna Sonora Originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.