Qualcuno ha un gatto con il velcro?

Reese è sempre stata… molto attaccata a me. Dal momento in cui l’ho trovata, mi ha seguito come un piccolo anatroccolo. A volte piangeva se uscivo dalla stanza senza di lei. Ora che è cresciuta, mi segue ovunque! E intendo ovunque. Da una stanza all’altra, anche se faccio solo dieci passi, anche lei ne fa dieci! Avanti e indietro, avanti e indietro.
Quando era piccola, non le piaceva molto dormire con me. Si godeva i suoi letti e le sue cose quando calava la notte. Ora passa tutte le notti completamente avvolta intorno al mio braccio. Tutte e quattro le zampe si aggrappano a me come se stessi per abbandonarla. (A volte è difficile alzarsi per andare in bagno) Si siederà anche felicemente contro la porta della doccia per 45 minuti mentre mi lavo.
L’altro giorno sono tornato dal lavoro e l’ho trovata che correva. A tutta velocità. A tutta velocità attraverso la casa per vedermi. Mi è saltata in braccio e mi ha dato una testata e non voleva che la mettessi giù. Quando finalmente l’ho fatto, si è messa a seguire il mio tallone.
Se io sono seduto, lei è seduta. Se io mi muovo, lei si muove. Bagno, cucina, soggiorno, non importa, lei sta con me per tutto il tempo. In qualche modo la mia porta si è chiusa ieri sera con lei dalla parte opposta. Non ha pianto, per quanto ne so, ma quando mi sono svegliato mi ha sentito camminare e si è messa a piangere per salutarmi. Non mi perdeva di vista.
Al solo suono della mia voce (letteralmente) comincia a fare le fusa. In effetti, raramente fa le fusa per qualcun altro, ma se inizio a parlare e si rende conto che sono lì, accende il motore.
Non è uno sviluppo recente. È solo diventata sempre più appiccicosa con me man mano che la sua vita va avanti. È adorabile, non fraintendetemi, ma mi preoccupo che stia seduta alla porta a lamentarsi quando esco per andare al lavoro!
Qualcun altro ha un gattino che gli sta attaccato come la colla?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.