Non pisciare via del prezioso fertilizzante – Fai la pipì sul tuo mucchio di compost | Il giardino del mangiare

Fai la pipì sul tuo compost? Dovresti farlo!
Perché, vi chiederete? Perché l’urina umana è ricca di azoto di cui le piante hanno bisogno per prosperare. I fertilizzanti chimici ampiamente utilizzati per aggiungere azoto al suolo hanno un costo elevato per il nostro ambiente e la nostra salute. La loro applicazione provoca fioriture algali, zone morte oceaniche, acqua potabile contaminata, problemi di salute umana e altro. Nel frattempo, stiamo letteralmente gettando nel cesso miliardi di tonnellate di azoto libero, creato naturalmente, ogni anno.

Compost di Eve Fox, the Garden of Eating, copyright 2014

Ho appreso per la prima volta questa idea da Dave Jacke, esperto di permacultura e foreste commestibili, quando è venuto a Woodstock all’inizio di questa primavera per camminare sul terreno della nuova Thorn Preserve, un bellissimo lotto di 60 acri che è stato recentemente donato al Catskill Center ed è gestito congiuntamente dal Woodstock Land Conservancy di cui sono un membro del consiglio.

Secondo Dave, fare pipì sul vostro compost è un modo meraviglioso, completamente gratuito e non tossico per reintegrare minerali essenziali come l’azoto nel vostro terreno. E se volete fare un ulteriore passo avanti, fate del biochar (il carbonio puro che rimane dalla combustione del legno senza ossigeno – è un incredibile assorbitore e adsorbitore di minerali e sostanze nutritive) e poi fate la pipì su di esso per creare un sistema di alimentazione delle piante completamente naturale e duraturo. Oppure, se non sei ancora pronto a fare il tuffo nel biochar, metti la cenere della tua stufa a legna o del tuo falò nel compost e fai la pipì su tutto il casino, perché la ricerca sembra indicare che la cenere di legno e la pipì sono un’ottima combinazione anche per le piante.

Piedi sul mucchio di compost di Eve Fox, The Garden of Eating, copyright 2014

Ho fatto un po’ di ricerche e ho trovato diversi studi che sostengono la tesi di Dave. Uno studio sul campo fatto a Kathmandu, in Nepal, ha scoperto che i peperoni fertilizzati con urina umana e compost hanno prodotto la maggior parte dei frutti e le piante più alte degli otto trattamenti provati.
Un altro studio condotto da un professore dell’Università della Finlandia ha scoperto che i pomodori da serra fertilizzati con una miscela di urina umana e cenere hanno prodotto quasi quattro volte più pomodori delle piante non fertilizzate. I pomodori concimati con la sola urina in realtà hanno prodotto un po’ di più, ma le piante non sono cresciute così alte o forti e i pomodori contenevano meno magnesio di quelli concimati con cenere e urina. Secondo i ricercatori, una persona potrebbe fornire abbastanza pipì per fertilizzare circa 6.300 piante di pomodoro all’anno, producendo 2,4 tonnellate di pomodori. Sono un sacco di pomodori…

Pomodoro Ulster Germaid del nostro giardino di Eve Fox, Garden of Eating blog, copyright 2012

Anche se questa idea può essere nuova per molti di noi, in realtà è piuttosto vecchia. I contadini nepalesi hanno applicato l’urina alle loro colture per secoli. E il “suolo notturno” (ovvero il letame umano) è servito come fertilizzante tradizionale in Giappone e in Cina fino alla seconda guerra mondiale in Giappone e agli anni ’60 in Cina. Ma non consiglierei di usare il “letame umano” – oltre al considerevole fattore ick, ci sono troppe insidie legate a patogeni e metalli pesanti per renderlo sicuro o pratico per l’uso domestico (in più, chi vuole davvero andarci?)
Alcuni hanno sollevato preoccupazioni circa i residui ormonali o farmaceutici nell’urina umana ma, idealmente, il tuo compost dovrebbe diventare abbastanza caldo da bruciare qualsiasi residuo potenzialmente dannoso nella tua urina. È questa stessa magia del compostaggio che permette alle strutture di compostaggio gestite commercialmente di trasformare tutti i tipi di rifiuti, compresi gli scarti di carne, le ossa, il cartone, la carta cerata, i ritagli d’erba dei prati che possono contenere sia insetticidi che diserbanti, in una ricca terra che anche una fattoria certificata biologica può usare. E lo usano.

Oro liquido: The Lore and Logic of Using Urine to Grow Plants di Carol Steinfeld
Secondo Carol Steinfeld, l’autrice di Liquid Gold: The Lore and Logic of Using Urine to Grow Plants, noi americani stiamo pisciando via abbastanza azoto da fertilizzare circa 12 milioni di acri di mais ogni anno. Se non hai un pene, puoi pisciare in un secchio e poi chiedere a qualcuno che ha un pene di fare uso della sua superiore forza del corpo e portarlo fuori al compost per te.

A casa nostra, abbiamo iniziato ad aggiungere la cenere della nostra stufa a legna alla nostra pila di compost e ci facciamo la pipì ogni volta che possiamo (il che è spesso). Ma gli dà qualcosa a cui aspirare.
Ti potrebbe anche piacere:

  • Coltiva il tuo aglio
  • Possiamo superare le piante invasive?
  • Extendere la stagione di crescita con Cold Frames & Hoop Houses

Per altre deliziose ricette, foto da sbavare, omaggi e ispirazioni legate al cibo “Like” the Garden of Eating su Facebook, o seguimi su Twitter o Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.