Affrontare l’incertezza nelle relazioni

??????????????????

Molti di noi conoscono il termine ansia. È una sensazione di preoccupazione, nervosismo o disagio, tipicamente per un evento imminente o qualcosa dall’esito incerto (grazie Google!). Una sensazione di preoccupazione per un risultato incerto. Hmm, lo trovo così interessante! Siamo una generazione che ama sapere cosa aspettarsi. Se non mi credi basta chiedere ai dirigenti di Google. Hanno fatto la loro fortuna rendendo l’informazione e la conoscenza ricercabile e accessibile alle persone perché noi amiamo sapere. “Google come arrivo a…”, “Google che tempo farà domani?”, “Google ho appena scoperto di essere incinta, e adesso?” (so di non essere l’unica ad aver cercato dopo, ho trovato ogni tipo di informazione!) Come cultura, stiamo diventando sempre meno a nostro agio con l’ignoto.

Beh, credo che abbia senso, se le risposte sono a portata di mano perché continuare nell’ignoranza! Giusto? Ma non possiamo sapere tutte le cose con certezza. Le relazioni sono una di quelle situazioni in cui il risultato non è chiaro, non possiamo mai sapere con certezza cosa ci riserverà il futuro. Abbiamo molte speranze, idee, aspettative su ciò che questo legame con un’altra persona può portare, ma non possiamo sapere o prevedere nessuno di questi risultati con assoluta sicurezza. Pertanto, dobbiamo imparare a tollerare e far fronte all’irritante straniero noto come incertezza.

Alcune persone sono più brave a gestire l’incertezza rispetto ad altre; mi piace chiamare queste persone superamici delle relazioni o più formalmente: attaccati in modo sicuro. Riescono ad affrontare i colpi e a cavarsela nelle situazioni che provocano ansia. Gli attaccati sicuri non sentono un bisogno irrefrenabile di controllare o avere certezze in situazioni non familiari, e non scappano o si chiudono di fronte all’intimità. Tuttavia, se siete come me, le relazioni a cui siete stati esposti crescendo non hanno favorito una visione così sicura dell’incertezza. Per me, più prevedibile è meglio è: più prevedibile è, meno rischio e più certezza. È così semplice… solo che non lo è… non è mai così semplice. Le relazioni ci portano a porci le domande “sono abbastanza?”, “mi amerai ancora se…?”, “e se io mi apro con te e tu decidi di andartene?”, “e se vengo ferito o rifiutato?”, tutte domande che non hanno garanzie o risposte certe. Le relazioni sono tutt’altro che prevedibili, sono disordinate, richiedono rischio e vulnerabilità.

Se non sei uno dei superamici delle relazioni che possono tollerare l’incertezza (unisciti al club), ci sono generalmente uno dei due modi in cui reagisci di fronte a questa nemesi. Potete rispondere con la voglia di controllare e quindi di imporre la certezza, oppure potete evitare l’incertezza a tutti i costi. Se rispondete con l’impulso a trovare la risposta, a muovervi verso e a riconquistare un senso di controllo, è probabile che rientriate nei criteri di uno stile di attaccamento ansioso. Questo stile di attaccamento affronta l’incertezza cercando delle risposte. Possono fare molte domande e richiedere più rassicurazioni e affermazioni rispetto ad altri stili di attaccamento. Spesso si impegnano in strategie di attivazione nel tentativo di eliminare la loro ansia.

D’altra parte, lo stile di attaccamento evitante reagirà in modo opposto. Se sentono che qualcosa è incerto, non si permetteranno di attaccarsi o di diventare vulnerabili ogni volta che c’è il rischio di essere feriti. Spesso ricorrono a strategie di disattivazione nel tentativo di tollerare o affrontare l’ansia. Questo è impegnativo perché costruire una connessione intima e sicura con qualcuno richiede vulnerabilità.

La realtà è che entrambi gli stili di attaccamento ansioso ed evitante sono colpiti dall’incertezza, solo che la affrontano e rispondono in modi diversi. Entrambi gli stili possono imparare ad affrontare l’incertezza:

1. Concentrandosi su ciò che si può controllare:

Di fronte all’incertezza usiamo automaticamente la nostra lente d’ingrandimento mentale per cercare tutti i possibili risultati che sono fuori dal nostro controllo. Finiamo per concentrarci su domande come “E se non gli piaccio?”, “E se se ne vanno?”… ecc. Questo tipo di pensiero è destinato a farci sentire ansiosi. Quando sposti la tua attenzione su ciò che puoi controllare, riacquisti il tuo potere nella situazione. Non sei più un passeggero impotente su un giro sulle montagne russe; diventi il pilota e hai la possibilità di accelerare, rallentare o prendere una strada diversa. Le cose che puoi controllare in una relazione includono:

  • Quanto condividi di te stesso e quando (condividere troppo e troppo presto può far progredire le cose troppo velocemente)
  • Quanto velocemente diventi sessualmente coinvolto
  • Quanto tempo passi a pensare alla persona (soffermarsi costantemente su speranze e aspettative può rubare la tua obiettività e il tuo potere)
  • Mantenere il tuo senso di sé (stare dietro alla tua vita, attività, ecc.)

2. Imparare a prendere rischi calcolati:

Quando vai all in ed esponi la tua mano, spesso ti senti ansioso e preoccupato per il risultato. Rivelare tutte le tue carte ti fa sentire esposto e impotente. Imparare l’abilità di essere in grado di valutare il tuo avversario, valutare la sua mano e vedere se corrisponderà alla tua scommessa è importante quando si valuta come si svolgerà il gioco. Non tutti i rischi richiedono di gettarsi da un precipizio e sperare di imparare a volare. I rischi, specialmente quelli relativi al cuore, possono essere presi a piccoli passi. Quando si conosce qualcuno è utile valutare il rischio di aprire il proprio cuore. Per me, una valutazione del rischio contiene alcune di queste domande:

  • Sono alla ricerca di un impegno?
  • Hanno i miei stessi valori?
  • Sono affidabili?
  • Sono emotivamente disponibili/ presenti?
  • Sono ancora presenti nella loro vita gli attaccamenti precedenti?
  • Rispettano la velocità a cui sono disposto ad andare nella relazione?
  • Siamo compatibili?

Se ci sono molte risposte negative a questa valutazione del rischio, posso decidere che è troppo rischioso per me continuare nella relazione. Se la maggior parte delle risposte sono positive, ma non sono sicuro di una o due aree, allora posso procedere con cautela. Voi potete valutare il rischio in modo diverso, tuttavia è importante non giocare d’azzardo con il vostro cuore. Assicurati di valutare il tuo avversario per determinare quale dovrebbe essere la tua prossima mossa.

Focalizzarsi su risultati realistici:

Ho scoperto che le persone hanno idee troppo ottimistiche o troppo pessimistiche su come si svolgerà una relazione. O mettiamo tutte le nostre speranze e aspettative sulla nuova relazione, o ci sabotiamo aspettandoci il peggior risultato possibile. Entrambi possono essere ugualmente dannosi e hanno un effetto enorme sul nostro approccio e sulla nostra capacità di affrontare quando le cose non vanno come previsto. La soluzione è cercare di avere un approccio realistico alle relazioni. Realisticamente:

  • Non sarai compatibile con tutti
  • Solo perché non sei compatibile con qualcuno non significa che non sei amabile o che non troverai l’amore
  • Non tutte le relazioni finiscono in un disastro
  • Non tutte le relazioni portano al matrimonio
  • Le tue relazioni passate non devono determinare il risultato delle tue relazioni future, ecc.

Per altre idee su come tenere a freno il tuo pensiero inutile intorno alle relazioni, controlla: 5 comuni trappole del pensiero relazionale affrontate dallo stile di attaccamento ansioso e dallo stile di attaccamento evitante.

Alla fine della giornata non possiamo conoscere tutte le risposte e non possiamo prevedere ogni risultato: le relazioni sono un affare rischioso. Questo non significa però che la nostra ansia di non sapere debba sopraffarci o controllarci. Possiamo imparare a far fronte, e tollerare l’incertezza, se siamo saggi e proteggiamo il nostro cuore nel processo.

Per ulteriori informazioni e strategie sulla costruzione di relazioni sane e sicure, rimanete sintonizzati e/o iscrivetevi al blog per ricevere articoli inviati direttamente alla vostra email (inviati direttamente alla vostra email).

Vi auguro amore,
Low-res-Erica_Djossa_only

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.